Questo è uno dei nostri uffici dedicato all'aeromodellismo , passione iniziale fin

dai primi anni 70.

Quelli che si vedono

sono riproduzioni

di aerei esistenti

volanti .

Il Christen Eagle

biplano maxi.


Zlin 50 maxi



Sukhoi 26m maxi

motore 50 cc.






LA MIA STORIA

Il mio primo radiocomando , un FUTABA  4 canali ( uno dei primi radiocomandi proporzionali)

senza inversori ne riduttori ,con il quale nel 1976 ho iniziato questa passione.

due motori SUPERTIGRE degli stessi anni  il G21-35  5,65  c.c.  e il 21-23  2,5 C.C. 

Nel video dei due voli di collaudo,la prima volta per effetto del flutter si spacca la squadretta di rinvio dell'alettone destro,nel secondo volo di prova sempre per effetto di quella maledetta vibrazione aeroelastica si spaccano gli ingranaggi del servo comando,entrambe le volte atterro con un solo alettone funzionante.

Il problema fu risolto costruendo due nuove semiali con un longherone modificato e fessura cerniera alettone e bilanciamento con piombo dell'alettone.

Il problema nacque dal fatto che io adottai lo stesso profilo a "goccia" del vero velivolo SUKHOI 26 M che crea una marea di resistenza aerodinamica fatto di proposito per rendere piu plastiche le figure acrobatiche, (in picchiata non prende velocità perche è un volo frenato).

Di questi aeromodelli maxi ho ancora tutti gli stampi delle fusoliere, fusoliere realizzate in compositi di una leggerezza e robustezza  da non sottovalutare.

Il SUKHOI  in ordine di volo non arriva a 8 kg. tenuto conto che il solo motore pesa kg. 1,5 e l'apertura alare è 2metri e 16 cm.

Il bimotore CESSNA 421  che si vede  ha una apertura alare di 2metri e 40 cm. ho gli stampi della fusoliera e delle gondole motori, predisposto per carrelli retrattili, vola con due motori

da 15 cc.

Sto lavorando alla realizazione di un drone di 8 kg. a pieno carico con motore  da 40 cc. 4 tempi con motorino di avviamento in grado di portare un carico di 8 kg. pilotato da remoto

UAV autopilota ,  seguito da GPS  in grado di compiere missioni anche di decine di km. e ritorno,

Pianificando il volo con PC. tramite porta USB , radiocomando fornito di telemetria in modo di

avere durante tutta la missione le coordinate , la quota, velocità.temperature ,ecc. ecc. con la possibilità via satellite di modificare il piano di volo.

 

Qui il modello dei due semigusci della carlinga, appena fresati con una CNC di nostra proprietà

sotto gli stampi  incerati delle pale del rotore profilo NACA 8H12

Clicca per ingrandire

Il motore è un 40 cc. 4 tempi benzina,situato nella carlinga ,cinghia dentata e alberino di trasmissione in ergal realizzato da pieno tornito.

Ancora in fase di modellazione, il tunnel centrale che accoglierà l'alberino di trasmissione.

La parte superiore serve per fare lo stampo della canopy in termoformatura.

Questo non è soltanto un aeromodello   bensì un prototipo scalato per testare le caratteristiche per poi realizzare la versione ultraleggero biposto affiancato.

Il programma prevede di provare svariati tipi di pale rastremate ed ellittiche.

Nelle foto sopra lo stampaggio in sottovuoto del nomex  ( nido d'ape)  il massimo della leggerezza , il massimo della resistenza.

Come si vede la fusoliera sarà divisa in due , smontabile per l'accesso al motore che sarà istallato nella parte posteriore.

Particolare delle pale del rotore principale realizzate in NOMEX aramide ,  le pelli che racchiudono il nido d'ape sono di spessore 0,25 mm. costituite da 3 strati di tessutino 60 grammi  mq.